Pillole del Metodo

Perchè al tuo concorrente sì e a te no?

“L’erba del vicino è sempre più verde” è un detto, ma scommetto che anche tu hai pensato a quella frase almeno una volta!
Perché, per quanti sforzi fai, il tuo concorrente è sempre primo ad essere trovato dai clienti?
Oppure, se ha un negozio, è pieno di gente e tu no?
Perché lui viene riconosciuto per il prodotto che vende?

Lascia che ti racconti una piccola storia:

Per quanta promozione, passaparola e buon servizio facesse, un negozio di abbigliamento perdeva vendite che andavano al suo concorrente, oltretutto molto vicino, essendo entrambi nello stesso Centro Commerciale!

La proprietaria sapeva che doveva fare qualcosa, ma fra le commesse da gestire, i fornitori e tutte le mille cose, si ritrovava sempre stressata e priva di soluzioni.

Ma qual’era il vero problema? Cosa aveva in più il concorrente?

Se sei preso da certe faccende e ti ritrovi “dentro” diventa difficile, se non impossibile, scoprire cosa manca.

Unisci le cose difficili da scoprire, soprattutto quando si è pienamente coinvolti, ai tempi che corrono … e tutto quello che rimane è un “boh…!”.

Come fare?

Il mio consiglio è che ti devi fermare. Non domani, ma ieri. E se non puoi farlo trova qualcuno che lo faccia per te.

In questo caso ci siamo presi carico di fare noi il lavoro. Abbiamo fatto un’analisi accurata della zona, del target clienti e siamo giunti a definire una strategia di web marketing mirata che, non solo faceva acquisire nomi, ma portava le persone a scegliere loro, piuttosto che lo “storico” concorrente.

Se vuoi i dettagli di cosa abbiamo fatto, li puoi trovare scritti più sotto.

Ora quel negozio conosce esattamente “il giusto perché”, compie le corrette azioni di marketing e la proprietaria è certamente meno stressata e più felice!

Se anche tu vuoi trovare e capire “il giusto perché” e “sbaragliare” la concorrenza clicca qui.

Attenzione ad una cosa.

Non so però se questa strategia che trovi più sotto è valida anche per te, dipende in una certa misura dal servizio/prodotto che consegni e che offri. Se vuoi un nostro parere puoi compilare il questionario che trovi qui: ti daremo una risposta, senza impegno.

Qui sotto ho elencato i tre passi che abbiamo fatto.

Tieni presente che non sono cose inventate da noi. Abbiamo semplicemente applicato cose che i guru del marketing hanno già scoperto. La nostra abilità, come potrebbe essere la tua, è quella di applicare al concreto queste conoscenze.

Ecco i tre gradini che ci hanno guidato.

1. Chiedere: che cosa vuole la gente?

Sembra banale, ma uno dei difetti che abbiamo sempre avuto è stato quello di dare per scontato di sapere cosa la gente vuole. La cosa peggiore di questo è quella di prendere magari due opinioni e di girarle su tutti, quei due che ti hanno detto “il prezzo” o “che non lo trovavo altrove”.

Ricorda che a noi interessa si l’opinione dei clienti ma, se voglio espanderne il numero, anche cosa pensa chi non è ancora nostro cliente.

Internet si presta molto bene a questo genere di cose, con costi irrisori. Basandosi su alcuni studi fatti lo si deve ritenere corretto quando almeno il 70% ricade sotto una stessa categoria.

Ad esempio se scopri che al tuo pubblico piace la musica Jazz, Rock e Classica in ugual misura hai un problema, perché non sai rispondere alla domanda: quale musica piace di più al tuo pubblico?

2. Individua il prodotto o servizio

Adesso che sappiamo cosa vuole la gente che è nostra potenziale cliente o cliente, dobbiamo individuare fra i nostri prodotti o servizi quello che può appagare il bisogno, quella necessità che è uscita dal punto precedente.

Se noi vendiamo smalto per unghie e abbiamo scoperto che la gente è preoccupata per le unghie che si rompono, individuiamo il prodotto che aiuta a riparare le unghie ed usiamolo.

3. Trova il giusto canale di comunicazione

Così devi decidere se usare Google, Facebook o altro come l’email marketing. Lo fai basandoti sul potenziale cliente, magari usando più canali contemporaneamente.

Vitale è costruire un messaggio corretto che dia valore alla tua comunicazione. Meno attenzione per il tuo prodotto o servizio e più interesse per il problema che le persone hanno.

E’ importante mantenere questo punto attivo più e più volte.
In conclusione, ricorda comunque che non è una bacchetta magica e per questo non tutti lo possono fare, ma credimi quando ti dico che conoscere “il giusto perché” e avere le conoscenze corrette producono senz’altro un effetto, perché non dare questa possibilità al tuo negozio, alla tua società, alla tua azienda?

Suggerimento...

Ci sono 11 SUPER BONUS GRATUITI che devi assolutamente avere!
Vai al link cliccando qui, li trovi appena dopo la metà.

Suggerimento...

Forse non ti sei accorto della truffa, leggi qui